24
COMMENTI

Spaghetti cacio e pepe

mercoledì 5 marzo 2014
Spaghetti cacio e pepe

Oggi un primo piatto della tradizione romana, gli spaghetti cacio e pepe! Se preferite, andate di bucatini!! Attenzione però, la pasta cacio e pepe è un primo piatto povero e semplicissimo ma per essere davvero buono deve essere eseguito alla perfezione.
Se vi piacciono i primi piatti della tradizione culinaria romana provate anche a leggere le ricette degli gnocchi alla romana, della pasta alla gricia, dei bucatini all'amatriciana e degli spaghetti alla carbonara.
Lunedì scorso vi avevo accennato che quella, per me, sarebbe stata una settimana un po' particolare, ebbene, anche se ho regolarmente pubblicato le mie ricette, in realtà non c'ero, o meglio, ero lontana, precisamente in Alto Adige. Come ogni anno infatti, a febbraio, mi concedo, con famiglia e amici, una bella settimana bianca, e quest'anno è stata la volta della Val di Siusi. Un  posto incantevole con meravigliose piste da sci e gente fantastica. Anche quest'anno vedere sciare mia figlia è stata una bellissima emozione e grazie alla bellissima SPA dell'albergo sono riuscita anche a riposarmi e rilassarmi...per non parlare del cibo, tanto buono quanto calorico!!! Adesso non mi resta che tornare a dedicarmi alla mia cucina e a tutti voi!!! Bacioni

Ricetta Spaghetti cacio e pepe

Ingredienti per 2 persone
  • 200 gr. di spaghetti
  • 70 gr. di pecorino romano grattugiato
  • q.b. di pepe nero
Portata: Primi piatti
Difficoltà: Facile
Tempo di preparazione:
Tempo di cottura:
Tempo totale:

Come fare gli Spaghetti cacio e pepe

Procedimento: come fare gli Spaghetti cacio e pepe
Mettete a bollire l'acqua per la pasta. Giunta a bollore salatela (poco) e tuffatevi dentro gli spaghetti. 


Dopo pochi minuti prelevate con un mestolo quasi tutta l'acqua, lasciando giusto quella che serve per cuocere gli spaghetti come se si dovesse fare un risotto.


Dovrete mettere l'acqua in un altro tegame (con sotto la fiamma accesa) da cui preleverete all'occorrenza altra acqua necessaria a proseguire la cottura della pasta.


Terminata la cottura (gli spaghetti dovranno essere ben al dente) togliete il tegame della pasta dal fuoco e cospargetela con i due terzi del pecorino amalgamando il tutto molto velocemente e aggiungendo, se necessario, altra acqua di cottura. Se volete essere ancora più sicuri che il formaggio non cuocia potete trasferire la pasta in una coppa prima di condirla.


Unite anche il pepe macinato al momento.


Impiattate gli spaghetti cacio e pepe completando con il restante pecorino e altro pepe.

Spaghetti cacio e pepe

I vostri commenti su " Spaghetti cacio e pepe " (24 Commenti)

Questo spazio è per voi! Se volete esprimere un'opinione sulla ricetta o ricevere un consiglio su come realizzarla lasciate un commento. Sarò felice di rispondervi!

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.

  1. Wow!!! Beata te per la tua vacanza rilassante!!!!! ^_^
    Ottimo primo piatto!!!! Ciao ciao

    RispondiElimina
  2. Questa ricetta voglio assolutamente provarla anche se non amo moltissimo la pasta "lunga". Una domanda tecnica: sto per acquistare nuove pentole, padelle... ecc ecc... Che tipo di materiale mi consigli? Alluminio, rame... O cos'altro? Grazie mille!
    Carla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non ti piace la pasta lunga puoi provare ad utilizzare i rigatoni o le mezze maniche. Per le pentole ovviamente c'è l'imbarazzo della scelta, in teoria ogni preparazione necessiterebbe di un materiale e di una forma diversa ma io ho problemi di spazio in cucina e quindi utilizzo quasi esclusivamente pentole in acciaio o antiaderenti o con il fondo in ceramica. Se tu hai più spazio sbizzarrisciti pure ;-)

      Elimina
  3. Quanto adoro questo piatto!!!! Bravissima Giuliana e ben tornata, allora. Sarai carica più che mai ^_^
    Un abbraccio, buona giornata.

    RispondiElimina
  4. Semplicemente stupendi, a casa nostra con un piatto così... facciamo festa!!!
    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  5. Il cacio e pepe sembra una ricetta facile a prima vista ma non lo è affatto perchè bisogna dosare bene gli ingredeinti e tu ci sei riuscita e come l'aspetto è favolosoooo!!Bacioni

    RispondiElimina
  6. Ognuno ha ilsuo metodoper farli.. ma ti dirò. non son cosìsemplici come sembrano.. E' importantissimo creare la cremina.. I tuoimi piacciono.. e anche la tecnica che hai usato.. un baciotto :-)

    RispondiElimina
  7. Ah che bello, piacerebbe anche a me passare dei giorni di relax.Intanto mi gusto la ricetta e me la segno nel procedimento. Baci

    RispondiElimina
  8. sembra facile ,ma fare un cacio e pepe cosi buono di vuole anche una buona mano

    RispondiElimina
  9. Cara Giuliana, sono anch'io una patita dell'Alto Adige e vado ogni anno a Dobbiaco, in estate, per la rassegna internazionale dei cori. ( fine giugno).Ho imparato alcuni piatti-base e faccio anch'io lo slalom per cercare di mangiare in maniera quantomeno ...decente. Condivido la passione per la neve e so che quest'anno è caduta in quantità impressionante. Perché non fai una carrellata riepilogativa dei piatti altoatesini, finalmente riuniti in un sol blocco? Abbracci per te e la tua bimba-angelo barocco. liliana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Liliana, noi siamo stati a Dobbiaco per 3 anni consecutivi, anche se andavamo a sciare a San Candido... che bei posti!!!!! Per i piatti vedrò cosa riesco a fare anche se non sarà facile ;-)
      Ti abbraccio!!!

      Elimina
  10. Scusami. Ho trovato le Ricette per Regioni. A quando i canederli ( magari in più versioni) ?bacio liliana

    RispondiElimina
  11. Buonissimo, da mezza romana qual sono non posso che amare questo piatto, semplice e gustoso, dal sapore deciso! mi hai fatto venire voglia!

    RispondiElimina
  12. E' un piatto della mia città che adoro; sembra facile, ma facile non è. Hai adottato la tecnica di un famoso chef :)
    Brava ti sono venuti bene.

    RispondiElimina
  13. Gustosissimi, ho assaggiato questo piatto in un ristorante romano, i tuoi sono perfetti, complimenti! Baci!

    RispondiElimina
  14. Ciao Giuliana, che sia d'estate o d'inverno, ogni anno non posso fare a meno di andare in Alto Adige, mi sono innamorata di questa regione!!!
    Mi piacciono molto anche i tuoi spaghetti cacio e pepe...gustosissimi!!! Brava!!!
    Bacioni, buona serata...

    RispondiElimina
  15. Una ricetta all'apparenza semplice, ma in realtà da fare a regola d'arte!! Bravissima Giuliana!
    Baci :)

    RispondiElimina
  16. Ti sarai rigenerata alla grande allora! Bentornata con nuove energie!!
    E intanto questi che sono un gran classico li hai proposti al solito in modo impeccabile!
    Bravissima sempre
    un caro abbraccio, Clara

    RispondiElimina
  17. sembrano così facili e scontati ma sono difficili da fare e dare la giusta cremosità.ottimi e saporiti certo ce li invidiano ovunque

    RispondiElimina
  18. Spaghetti cacio e pepe, un classico della tradizione romana che io adoro , tanto buoni! Bravissima Giuliana, come sempre :)

    RispondiElimina
  19. Quando il classico no stanca mai, un piatto da re davvero! Un bacione

    RispondiElimina
  20. Ottima pasta molto gustosa!!!

    RispondiElimina
  21. Li adoro, li preparo spessissimo, soprattutto quando voglio un piatto goloso in poco tempo!

    RispondiElimina
  22. ciao giuliana !dopo tanti tentativi (tutti falliti)per fare la famosa cremina finalmente con la tua ricetta ho presentato una magnifica "cacio e pepe"

    RispondiElimina