37
COMMENTI

Crostata salata con marmellata di prugnole selvatiche

domenica 22 gennaio 2012

Lo ammetto, questa crostata non sarebbe mai venuta fuori dalla mia mente fantasiosa se non avessi deciso di partecipare al contest della Rigoni di Asiago dal titolo "Una torta salata ma non troppo" ovvero, preparare una torta salata in cui fosse inserita una delle tantissime e buonissime loro marmellate bio. Ebbene, quando gliene parlai, mio marito, da tradizionalista quale è, mi disse con aria di sfida che questa volta non mi avrebbe fatto da cavia e che secondo lui non sarei mai riuscita a creare qualcosa di buono.
Da allora la mia testolina laboriosa ha iniziato a lavorare e il risultato è stato questa meravigliosa (si, me lo dico da sola) crostata! Vi giuro che vorrei farne assaggiare un pezzettino a tutti voi perchè è in assoluto la preparazione culinaria di cui vado più fiera. Ieri sera l'ho portata ad una cena a casa di amici e, a parte il fatto che è piaciuta tantissimo, ognuno si è divertito a scoprire quali ingredienti nascondesse...devo dire che sono stati tutti molto bravi. Ho voluto lasciare quasi in purezza tutti gli ingredienti interni alla frolla affinché, pur amalgamandosi bene insieme, se ne potesse sentire in modo distinto il sapore. Ho scelto le paparine perchè, come tutte le piante spontanee, hanno un gusto selvatico ma allo stesso tempo non invasivo, il Roquefort perchè, oltre ad essere un formaggio eccezionale che ben si presta alle preparazioni rustiche, mi piaceva l'idea di un ingrediente d'oltralpe, le patate perchè volevo un ingrediente dal gusto morbido e dalla consistenza cremosa per poterci amalgamare la marmellata. Quanto alla marmellata di prugnole selvatiche, la scelta è stata fatta sulla base di una sorta di degustazione personale. Confesso di aver acquistato tre diverse marmellate e di aver optato per questa, dopo averle assaggiate tutte, per via della sua consistenza morbida e vellutata, che si sposa perfettamente con la morbidezza della purea di patate e per il suo gusto inizialmente dolce seguito da una punta di aspro. Insomma, non ve la voglio fare troppo lunga, voglio dirvi solo due cose, la prima è che, se doveste decidere di farla, dovete assolutamente utilizzate solo ingredienti di primissima qualità e la seconda è che mio marito mi ha detto che per lui sono una cuoca provetta perchè sono riuscita a creare qualcosa di unico...questa è la mia vittoria!!!
N.dR. Le paparine, verdura spontanea molto utilizzata nella provincia di Lecce, altro non sono se non la pianta di rosolaccio o papavero rosso. Se non doveste riuscire a reperirle potete sostituirle con della borraggine o al limite degli spinaci. Il gusto non è lo stesso ma meglio di niente!!!

Ricetta Crostata salata con marmellata di prugnole selvatiche

Ingredienti per 10-12 persone
Per la frolla:
  • 250 gr. di farina
  • 125 gr. di burro
  • 2 cucchiai di acqua fredda
  • q.b. di sale
  • q.b. di zucchero

Per la farcia:
  • 700 gr. di patate
  • 350 gr. di paparine
  • 100 gr. di Roquefort
  • 2 cucchiai di marmellata di prugnole selvatiche
  • 1 uovo
  • q.b. di olio e.v.o.
  • q.b. di sale
  • q.b. di noce moscata
Portata: Antipasti
Difficoltà: Media
Tempo di preparazione:
Tempo di cottura:
Tempo totale:

Come fare la Crostata salata con marmellata di prugnole selvatiche

Procedimento
Mettete innanzitutto a lessare le patate partendo da acqua fredda.


Sbollentate per 1 minuto le paparine in acqua salata.


Scolatele e mettetele in una ciotola con acqua molto fredda.


Preparate la frolla ponendo la farina a fontana sul tavolo e al centro il burro ammorbidito tagliato a pezzetti.


Cominciate a lavorare farina e burro e aggiungete l'acqua, un bel pizzico di sale ed uno di zucchero.


Lavorate bene gli ingredienti fino a formare un panetto liscio e omogeneo che metterete in frigo, avvolto nella pellicola (meglio se senza p.v.c.), per almeno mezz'ora.


Una volta pronte le patate schiacciatele bene con lo schiacciapatate.


Unite l'uovo, il sale e abbondante noce moscata e amalgamate il tutto.


Unite due cucchiai di marmellata e mescolate grossolanamente in modo da non amalgamarla troppo alle purea di patate.


Tritate al coltello le paparine lessate.


Imburrate il bordo di una teglia da crostata e foderate la base con la carta forno lasciando due ali laterali più lunghe per facilitare l'estrazione della torta.
 

Stendete la frolla con il matterello e foderate la teglia livellando i bordi.


Ponete sulla base la verdura sminuzzata e condite semplicemente con un pò di sale e olio.


Distribuite a raggiera il Roquefort tagliato a spicchi sottili.


Ponete la purea di patate e marmellata in una sac a poche e distribuitela su tutta la superficie della torta.


Infornate la crostata in forno preriscaldato e fate cuocere per 30' a 170° e per altri 30' a 180°.


Ecco la crostata appena uscita dal forno.


Lasciatela intiepidire, poi toglietela dalla teglia e ponetela su di un piatto da portata.

Crostata salata con marmellata di prugnole selvatiche

I vostri commenti su " Crostata salata con marmellata di prugnole selvatiche " (37 Commenti)

Questo spazio è per voi! Se volete esprimere un'opinione sulla ricetta o ricevere un consiglio su come realizzarla lasciate un commento. Sarò felice di rispondervi!

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.

  1. Bè è decisamente particolare!!!! io non so se parteciperò al contest.. per l'appunto è troppo per me pensare alle confetture nelle torte salate.. hihih smackk

    RispondiElimina
  2. Fai bene ad esserne orgogliosa!!!è davvero una meravigliosa creazione!!Sei stata molto brava ed originale!Sai che ho fatto la scorsa estate la marmellata di prugnoli selvatici???crescono abbondanti qui ed hanno un sapore asprigno che ben si accosta al salato. Che dici, mi lancio nella tua ricetta????:-)Non so se sarò brava quanto te ma..ci posso provare!!Baciii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai provaci, ti assicuro che ieri è stato un successone!!! Buon inizio settimana cara!

      Elimina
  3. Giuliana credo che questa torta salata sia meravigliosa! Complimenti per la tua gustosa creatività! Magari ne potessi assaggiarne un pezzettino in questo momento.
    ti abbraccio. Lucia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Lucia, sono felice che ti piaccia! Baci

      Elimina
  4. ciao... in effetti non è un accostamento che si sente spesso!!! anzi direi molto particolare e sicuramente da provare... mio marito forse è un po' come il tuo...
    buona serata
    serena
    dolcipensieri.wordpress.com

    RispondiElimina
  5. Fai bene ad essere orgogliosa, cara Giuliana, di questa splendida creazione....molto originale e molto bella anche da vedere...avrei (tanto volentieri)partecipato al gioco dell'indovina gli ingredienti...Un bacione e in bocca al lupo per il contest....

    PS Geniale come hai modellato la carta forno

    RispondiElimina
  6. Giuliana cara, sono passata da te diverse volte, ma non riesco a monnentare!!!! Spero che questa sia la volta buona. . . ti seguo sempre, ottima questa crostata!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà a me i tuoi commenti sono arrivati altre volte! Spero tu non abbia ulteriori problemi! baci

      Elimina
  7. Un abbinamento davvero originale ed insolito, ma dal risultato penso che meriti un assaggio.
    Complimenti, la tua cucina mi sorprende. Ciao.

    RispondiElimina
  8. buona e ...ricca! ma quanto tempo occorre per prepararla?
    Mmm, apprezzo molto tutti i formaggi erborinati quindi sono sicura mi piacerebbe...te la rubo!
    ciao fulvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, i tempi non sono particolarmente lunghi a parte quello necessario a lessare le patate, anche la frolla si prepara in un attimo! Baci

      Elimina
  9. Ciao Giuliana,complimenti per il piatto, brava perchè hai preparato benissimo la frolla, per gli abbinamenti, perchè è davvero difficile far conciliare dolce e salato senza sbagliare, e spero che la tua ricetta abbia successo nel contest. Buona Giornata!

    RispondiElimina
  10. E'decisamente saporitisssssima da assaggiare sibitissimo!!un bacione,Imma

    RispondiElimina
  11. Non avrei mai pensato ad una creazione simile con l'utilizzo di una marmellata seppur particolare e poco dolce. Mi sembra ottima. In bocca al lupo per il contest!
    Grazie per il tuo commento sula panna cotta, se ti può interessare avevo dimenticato di inserire il passaggio che prevede di diluire le polveri con un po' di liquido.
    Buona settimana, carissima, e un abbraccio!

    RispondiElimina
  12. Complimenti Giuliana, è bellissima da vedere e visto gli ingredienti sono sicura che è gustosissima! Originalità di questa torta è nella sua insolita copertura, brava! Ciao, baci!

    RispondiElimina
  13. Maaaa tanti tanti complimenti!!!!! Il sapore asprigno della confettura di prugnole, ben sposa gli altri ingredienti!!!
    Molto molto invitante!!!!
    Le paparine sono erbe selvatiche?? Non le conosco, ma sono curiosaaaaaaa!!!!!!
    Un bacione e ancora tantissimi complimenti!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si cara, sono erbe selvatiche peraltro molto difficili da riconoscere! Non credo si mangino in tutta Italia, qui da noi però sono una vera prelibatezza.

      Elimina
  14. Eccezionale tesoro!!! Dire che sei stata bravissima è poco e immagino benissimo la tua soddisfazione al commento del maritino!!! Anche a me piace far scoprire gli ingredienti ai miei amici e mi diverte molto sentire quello che esce fuori!!! Comunque ritornando a questa crostata non posso che farti i miei complimenti per la buonissima riuscita...La segno e la provo anche io!! Un bacione!

    RispondiElimina
  15. deve essere gustossima!!! e quel tocco di marmellata mi incuriosice molto! ;)

    RispondiElimina
  16. oddio, giuliana... certo che ne devi andare fiera, è uno spettacolo... con quel bel formaggino saporito una buona marmellata ci sta da dio... e poi è anche bella da vedere!!!
    marito perso vergognosamente la scommessa!
    brava!
    a presto cara

    RispondiElimina
  17. complimenti dalla sua bellezza sembra un dolce

    RispondiElimina
  18. Molto buona, hai avuto un'ottima idea! ^_^
    Un bacione e buona settimana

    RispondiElimina
  19. Sai che mi hai fatto venire in mente la Torta d'Erbe di Lucca? Lì si usano cicorie e uvetta e, sorprendentemente, la si serve come dolce, quindi tutto sommato è una cosa totalmente diversa, però mi hai dato uno spunto per partecipare anch'io al contest, visto che le idee scarseggiavano e pensavo quasi di rinunciare.

    RispondiElimina
  20. Che ricetta particolare, mi piacciono molto i contrasti, bravissima!!!

    RispondiElimina
  21. Sicuramnte ottima!Adoro il gusto dolce-salato e credo sia un buon connubio marmellata di prugnole e paparina che conosco molto bene ed è ottima anche in insalata!Ciao

    RispondiElimina
  22. Caspita che brava che sei stata!io non sarei riuscita nell'impresa, che soddisfazione!

    RispondiElimina
  23. complimenti,bel risultato e prendo nota di questa ricetta per me insolita....ciaoo

    RispondiElimina
  24. Immagino che tuo marito...abbia apprezzato molto!
    Sei stata bravissima nei vari abbinamenti di questa crostata dolce ma non troppo!
    Un bacione

    RispondiElimina
  25. Particolarissimo l'uso della marmellata in questa torta salata. Mi incuriosisce un sacco anche perchè a istinto direi che è molto molto buona. Complimenti per la fantasia, buona giornata

    RispondiElimina
  26. Grazie a tutte, purtroppo in questi giorni sono assente perchè ho il pc rotto! spero di tornare quanto prima!!!

    RispondiElimina
  27. accostamento audace che proverei più che volentieri! Lasciamene una fetta! :)

    RispondiElimina
  28. Davvero interessante! Non avevo mai pensato ad un abbinamento simile! Ti seguo con piacere e se ti va "passa a trovarmi"!

    RispondiElimina
  29. Ciao Giuliana...spero risolvi presto con il pc, poi passa da me, ho un piccolo pensiero per te!
    Abbracci

    RispondiElimina
  30. Complimenti per questa torta salata con un gusto particolare!!

    RispondiElimina
  31. Che dire?! Non mi sono rimaste molte parole, ma un bell'in bocca al lupo per una vittoria che sarebbe meritatissima ci sta proprio bene!!! :-) Bellissima ricetta davvero! Baci!

    RispondiElimina