12
COMMENTI

Gnocchi di patate e asparagi

giovedì 18 maggio 2017

Gnocchi di patate e asparagi

Gli gnocchi di patate e asparagi sono un primo piatto primaverile dal gusto buono e delicato. Gli asparagi donano ai tradizionali gnocchi una leggera tonalità di verde e una nota in più di profumo e sapore.
Io gli ho conditi semplicemnte con del burro fuso e con le punte degli stessi asparagi. Visto che ci stiamo avvicinando all'estate vi lascio anche la ricetta degli gnocchi di melanzane! Grosse novità nella nostra famiglia, da un paio di giorni abbiamo adottato un meraviglioso e dolcissimo gattino (Rudol'f) che ci sta portando tanta gioia ma anche tanto impegno perchè è davvero piccolissimo... speriamo di di riuscire a cavarcela al meglio!! Bacioni
Giuliana

Ricetta Gnocchi di patate e asparagi

Ingredienti per 3-4 persone
  • 400 gr. di patate farinose
  • 220 gr. di asparagi (100 gr. puliti)
  • 1  uovo
  • 150 gr. di farina
  • q.b. di sale
  • q.b. di burro
  • q.b. di parmigiano grattugiato
Portata: Primi piatti
Difficoltà: Media
Tempo di preparazione:
Tempo di cottura:
Tempo totale:

Come fare gli gnocchi di patate e asparagi

Procedimento
Per preparare gli gnocchi di patate e asparagi lessate le patate partendo da acqua fredda e sbucciatele.


Passate le patate allo schiacciapatate.


Pulite gli asparagi eliminando la parte più dura del gambo e lessateli in acqua salata. Frullate i gambi e tenete da parte le punte.


Unite la purea di asparagi a quella di patate. Assaggiate e salate.


Amalgamate ed unite l'uovo.


Aggiungete gradualmente la farina.


Spostate l'impasto su un piano infarinato e lavoratelo con una spatola visto che sarà un po' appiccicoso.


Ricavate dall'impasto tanti cilindretti e ritagliate i vostri gnocchi.


Lessate gli gnocchi in acqua salata e saltateli in un tegame con il burro e le punte tenute da parte.


Aggiungete del parmigiano grattugiato.


Servite i vostri gnocchi di patate e asparagi ben caldi.

Gnocchi di patate e asparagi

I vostri commenti su " Gnocchi di patate e asparagi " (12 Commenti)

Questo spazio è per voi! Se volete esprimere un'opinione sulla ricetta o ricevere un consiglio su come realizzarla lasciate un commento. Sarò felice di rispondervi!

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.

  1. Che goduria questi gnocchi! Auguri per il nuovo arrivato. Hai fatto un grande gesto ad adottarlo. I bambini che vivono con gli animali crescono meglio e più sicuri di se. Lo confermano molti studi. In più, hai cambiato la vita a questo piccolo aprendogli il vostro cuore e lui la cambierà a voi in meglio. Un bacio e tienici aggiornate

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, certo... per ora è un angioletto, vedremo poi :-)

      Elimina
  2. Mai provati, devono essere gustosi. Grazie per la proposta.

    RispondiElimina
  3. auguri al nuovo arrivato e complimenti per la ricetta!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  4. Gnocchi meravigliosi!!!! Non ho mai provato a prepararne con gli asparagi.......ma mai dire mai....^_*
    Non potrei viver senza un animaletto tra i piedi!!! Adottai Stella (la gatta) che aveva 2 mesi mentre io aspettavo Ricky da 8 mesi...praticamente son coetanei!! Dalla scorsa estate si è unito Pedro (il cane) così i cuccioli ora in casa son due: Ricky e Pedro....si, vero, comportano spese, impegni in più.....ma nulla in confronto all'amore che ci dimostrano e ai sorrisi di Ricky
    Un abbraccio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, sono proprio felice di averlo preso!!!!

      Elimina
  5. Che idea originale, non avevo mai pensato ad usare gli asparagi direttamente nell'impasto degli gnocchi

    RispondiElimina
  6. Un'idea davvero ottima e ricca di gusto :-) Brava Giuliana e felice we <3

    RispondiElimina
  7. Ottimi i tuoi gnocchi Giuliana, brava!!!

    RispondiElimina
  8. Ciao Giuliana, complimenti per la ricetta, devo provarli, poi io che amo sia gli asparagi che gli gnocchi!!!
    Secondo me potrai solo che essere felice della scelta fatta adottando un gatto, io da sempre gattofila ne ho presi due in gattile e l'anno scorso dalla Sardegna ne abbiamo portati a casa tre di neanche un mese perchè la mamma, malata, non riusciva ad accudirli...una gioia! Un'esperienza unica e indimenticabile, curarli dalla congiuntivite, dalle pulci, nutrirli, coccolarli e dopo due mesi (sigh!sigh!) darli in adozione ad altri amanti dei gatti, sono convinta che anche per la tua bimba sarà una grande felicità crescere con accanto un gatto!
    Buona vita!
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie dell'incoraggiamento Anna, per me è la prima volta!!!!! Un abbraccio

      Elimina