28
COMMENTI

Tarallini all'olio

giovedì 22 maggio 2014
Tarallini all'olio

Oggi prepariamo insieme i tarallini all'olio! Per me è stata la prima volta ma voglio rifarli quanto prima perchè ci sono piaciuti e perchè voglio rifinire qualche passaggio. In realtà l'unica cosa che non mi ha convinto al cento per cento è stato lo spessore del tarallino perchè avrei dovuto farli più sottili.
Se starete attenti a questo particolare otterrete una migliore cottura e sarete certi della loro croccantezza. Avendoli io fatti un po' cicciotti erano sì buoni ma non croccanti quanto avrei voluto, quindi fate tesoro del mio errore!!!
Ed ora sono felice di annunciarvi che questo mese La Cucina Imperfetta ed io saremo in edicola nel numero di giugno di Oggi Cucino, uscito ieri ...Vi aspetto numerosi!!!!! Un abbraccio!

Ricetta Tarallini all'olio

Ingredienti per 36 tarallini
  • 200 gr. di farina 00
  • 50 gr. di farina 0
  • 70 gr. di olio extra vergine di oliva
  • 90 gr. di vino bianco secco
  • 6 gr. di sale
Portata: Pane pizza e C.
Difficoltà: Facile
Tempo di preparazione:
Tempo di cottura:
Tempo totale:

Come fare i Tarallini all'olio

Procedimento
Mettete le farine nella planetaria o in una ciotola capiente  (se dovete impastare a mano).

Tarallini all'olio 1

Unite l'olio, il sale...

Tarallini all'olio 2

e infine il vino bianco. Cominciate ad impastare e quando gli ingredienti si saranno amalgamati terminate la lavorazione a mano.

Tarallini all'olio 3

Impastate fino ad ottenere un panetto compatto che farete riposare a temperatura ambiente per almeno 30 minuti.

Tarallini all'olio 4

Riprendete l'impasto e prelevatene piccoli pezzi dai quali ricaverete dei cordoncini lunghi circa 10 cm. Cercate di ottenere dei cordoncini più sottili rispetto ai miei perchè così i tarallini saranno più croccanti e si cuoceranno meglio.

Tarallini all'olio 5

Unite le estremità dei cordoncini per ottenere la tipica forma dei tarallini.

Tarallini all'olio 6

Portate a bollore dell'acqua con pochissimo sale e mettetevi a cuocere pochi tarallini alla volta.

Tarallini all'olio 7

Appena verranno a galla prelevate i tarallini dall'acqua con una schiumarola.

Tarallini all'olio 8

Fate asciugare i tarallini su di un canovaccio pulito.

Tarallini all'olio 9

Quindi trasferiteli su di una teglia rivestita di carta da forno e cuoceteli in forno preriscaldato a 190° per 20 minuti e poi a 200° per altri 20 minuti. Fate attenzione perchè i tempi di cottura potrebbero cambiare da un forno all'altro. I tarallini dovranno risultare ben dorati.

Tarallini all'olio 10

Fate raffreddare completamente i tarallini all'olio prima di conservarli in un contenitore chiuso.

Tarallini all'olio

I vostri commenti su " Tarallini all'olio " (28 Commenti)

Questo spazio è per voi! Se volete esprimere un'opinione sulla ricetta o ricevere un consiglio su come realizzarla lasciate un commento. Sarò felice di rispondervi!

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.

  1. Ma grazieeeee,sapessi quanto tempo è che cerco questa ricetta! Complimenti per il tuo bellissimo blog e per le tue favolose ricette, mi sono con piacere aggiunta ai tuoi sostenitori se ti va passa da me
    Ciaoooo e buon giovedì

    RispondiElimina
  2. Evvai!!!! Anche in edicola, ti troviamo! Grande Giuliana.
    Complimenti, questi taralli sono eccezionali ^_^
    Un bacione.

    RispondiElimina
  3. Ciao giuliana, quanto lavoro per i taralli!! Non sapevo di bollissero prima e si passassero poi in forno! Complimenti, sono belli cicciottini e ispirano un sacco!! buona giornata, serena

    RispondiElimina
  4. in edicola!!!! Bravissima cara e del resto si vede. A me invece piacciono cicciottini, son così graziosi!

    RispondiElimina
  5. ma che buoni, sembrano davvero ottimi e poi la forma è perfetta!

    RispondiElimina
  6. Complimenti per la pubblicazione!
    I tuoi tarallini sono carinissimi un po' cicciosetti, però anche a me piacciono croccantini, quindi terrò caro il tuo consiglio!
    Ciaoooo!

    RispondiElimina
  7. Ciao Giuliana, che ricetta favolosa! Quanto tempo si mantengono croccanti questi taralli? Posso impastare tutto a mano visto che non ho la planetaria? Grazie e complimenti per la tua prima uscita in edicola!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, puoi tranquillamente impastare a mano. Se ben conservati si conservano a lungo però, come ho detto nel post, ti consiglio di farli un po' più sottili perchè i miei sono rimasti un pochino più morbidi al centro e non va bene! Un bacione

      Elimina
  8. Ma che meraviglia, ho segnato la ricetta!

    RispondiElimina
  9. Mi hai fatto venire voglia di rifarli.. La tua ricetta sembra proprio buona.. Un abbraccio :-)

    RispondiElimina
  10. Li adoro sono uno snak simpaticissimo!
    Baci
    Alice

    RispondiElimina
  11. Ecco una di quelle ricette che avrei sempre voluto provare ma che non ho mai fatto! Non ci può essere occasione migliore di questa ricetta :)
    un bacio!

    RispondiElimina
  12. Sorprendentemente facili e sicuramente buonissimi!! Credo proprio che questo week-end mi cimenterò... non vedo l'ora!!

    RispondiElimina
  13. Grazie Giuliana che non ci nascondi il tuo (piccolo) errore e ci suggerisci come evitarlo! Nonostante tutto questi tuoi tarallini mi sembrano buoni e sfiziosissimi!

    RispondiElimina
  14. Con questi mi inviti a nozze. Mi piacciono da morire.
    Complimenti per la rivista.

    RispondiElimina
  15. ma che belli Giuly!!! e chissà che buoni, non ho mai pensato di prepararli, ottima idea!

    RispondiElimina
  16. Complimenti Giuliana, per la pubblicazione e per questi sfiziosissimi tarallini... brava!!!
    Bacioni...

    RispondiElimina
  17. Ciao Giuliana anche cosi' cicciotti i tuoi tarallino hanno il "loro perche'" li mangerei sl volo lo stesso direi! Li adoro, soprattutto quelli con i semi di finocchio...stasera ho fatto le tue polpette di melanzane, diverse da quelle della mia mami (lei fa bollire le melanzane a pezzetti invece di metterle in forno) ma direi ugualmente gustose!!! Buona serata ciao ciao luisa

    RispondiElimina
  18. Vedrai che non sarà nemmeno l'ultima..mio marito ne va matto ed ogni volta mi tocca mettere le mani in pasta U.U
    Sono assolutamente perfetti e x essere la prima volta direi che hai fatto faville :-DDD Complimenti tesoro e buona serata <3

    RispondiElimina
  19. Io ne ho visti in giro di così cicciotti e sai che ti dico...che mi sono pure più simpatici ! Li compro sempre per le merende scolastiche di mio figlio. E' venuto il momento di farli

    RispondiElimina
  20. Ciao giuliana, adoro i tarallini e mi hai fatto venir voglia di prepararli, grazie e complimenti , anche cicciotti! Un abbraccio
    Paola

    RispondiElimina
  21. uhmm..uno tira l'altro è l'ora giusta, gustati con un bel bicchiere di vino.
    Buon pranzo.
    Inco

    RispondiElimina
  22. Ciao Giuliana, i tuoi taralli sono strepitosi! Anche il colore è perfetto! Per farli mangiare anche ai bambini potrei evitare di mettere il vino nell'impasto? Che mi suggerisci? Grazie. Un bacio. Agnese

    RispondiElimina
  23. Ciao Agnese, no, in questa ricettavè fondamentale perché li rende più fragranti!!! Un bacione

    RispondiElimina
  24. Ciaooo, buono ma ti scrivo perchè ti ho trovata su Oggi Cucino di giugno io lo acquisto ogni mese complimenti.
    Buon we.

    RispondiElimina
  25. Ho preparato questi tarallini oggi. Grazie al tuo consiglio sono riuscita a farli più sottili. Buonissimi, croccanti e facili, ma quanto tempo Giuliana e quanta pazienza! Tu ne hai davvero tanta di pazienza in cucina. Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono davvero felice che ti siano piaciuti!!! Hai ragione, la cucina è fatta anche di tanta pazienza...ma che soddisfazione, vero?? Bacioni

      Elimina
  26. The Tarallini looks very nice :-) I think, they tasted very good. Next time I will try to bake them.
    I like your Blog ;-)

    Many greetings from Germany
    LisaCuisine

    RispondiElimina