15
COMMENTI

Arrosto di vitello

martedì 17 dicembre 2013
Arrosto di vitello

La ricetta extra di questa settimana è un classico della nostra cucina, l'arrosto di vitello. Anche se questo gustoso secondo piatto è adatto ad ogni ricorrenza e circostanza, trovo che sia perfetto anche per i prossimi giorni di festa perché, oltre che molto buono, è anche facilissimo da fare.
Potete tranquillamente preparare il vostro arrosto con qualche ora di anticipo, anche perché va tagliato freddo, e poi scaldarlo pochissimi minuti in forno prima di portarlo in tavola, magari avendo cura di bagnare le fette con qualche cucchiaiata della salsa ottenuta dal liquido di cottura dello stesso arrosto.
Per quanto riguarda la cottura vi consiglio, come ho già fatto per il filetto alla Wellington, di munirvi di un termometro per arrosti perché il tempo indicato, anche se utile, potrebbe non essere sufficiente a garantirvi una cottura perfetta della carne. A domani!!

Ricetta Arrosto di vitello

Ingredienti per 4 persone
  • 1 kg di vitello per arrosto (il pezzo che preferite)
  • 250 ml. di brodo vegetale o di carne
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • q.b. di olio
  • q.b. di sale
  • q.b. di pepe
  • q.b. di rosmarino
  • q.b. di salvia
Portata: Secondi piatti
Difficoltà: Facile
Tempo di preparazione:
Tempo di cottura:
Tempo totale:

Come fare l'Arrosto di vitello

Procedimento
Preparate il vostro pezzo di carne legandolo con uno spago o avvolgendolo nella rete (potete farvelo preparare dal vostro macellaio). Massaggiatelo con sale e pepe da tutti i lati. 


Fate rosolare da ogni parte il pezzo di vitello in un tegame con dell'olio per una decina di minuti.



Bloccate nella rete o nello spago i rametti di salvia e rosmarino e ponete l'arrosto di vitello in un tegame con tre cucchiai di olio, il vino ed il brodo.


Cuocete l'arrosto di vitello in forno per circa 50' a 175°. Se utilizzerete un termometro (cosa che vi consiglio) la temperatura dovrà arrivare a circa 62°.


Una volta cotto avvolgete il vostro arrosto di vitello nella carta stagnola e fatelo raffreddare. Quindi togliete la carta, la rete o lo spago e affettatelo. Vi consiglio di fare addensare sul fuoco il liquido rimasto nella teglia con un paio di cucchiai di farina e di nappare le fette di arrosto di vitello con la salsina ottenuta.

Arrosto di vitello

I vostri commenti su " Arrosto di vitello " (15 Commenti)

Questo spazio è per voi! Se volete esprimere un'opinione sulla ricetta o ricevere un consiglio su come realizzarla lasciate un commento. Sarò felice di rispondervi!

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.

  1. Mi piace molto, spesso lo preparo per le feste!

    RispondiElimina
  2. Non ho letto che cosa ce ne facciamo del vino bianco, quando lo si utilizza? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, scusami. Ho corretto il post, il vino va aggiunto nella teglia assieme al brodo prima di infornare l'arrosto. Grazie ;-)

      Elimina
  3. Ottimo piatto che fa sempre festa, bravissima Giuliana!!!
    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  4. Semplice ma delizioso e bello da presentare in tavola! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  5. E' un piatto che adoro.. quando abbiamo gente a cena.. puntiamo sempre su quello! smackkk

    RispondiElimina
  6. Con l'arrosto si va sempre sul sicuro. Io che già uso tanto il forno, lo cucino nella pentola a pressione.

    RispondiElimina
  7. A casa farebbero follie per un arrosto così!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Brava Giuliana, un classico sempre graditissimo... e cotto alla perfezione!!!
    bacioni...

    RispondiElimina
  9. Giuliana, looks perfect ! Great recipe!

    RispondiElimina
  10. Un altro perfetto classico carissima Giuliana. Grazie per le tue ricette dettagliate e precise. un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Io sono piuttosto negata con gli arrosti, forse perchè non ho il termometro. E' che le lunghe cotture non fanno per me. Il tuo arrosto è cotto alla meraviglia

    RispondiElimina
  12. Quanto mi piace l'arrosto, vi sta venendo fame.

    RispondiElimina