41
COMMENTI

Bucatini all'amatriciana

venerdì 9 novembre 2012
Bucatini all'amatriciana

I bucatini all’amatriciana sono un primo piatto della cucina tradizionale romana. Il nome amatriciana e cioè il condimento con cui si condisce la pasta deriverebbe da Amatrice, un comune in provincia di Rieti. Pur prevedendo pochissimi ingredienti, guanciale, pomodoro e formaggio pecorino (mi raccomando di ottima qualità), la preparazione del sugo all’amatriciana richiede delle attenzioni particolari, necessarie per renderlo davvero, davvero speciale. Il segreto sta nella cottura del guanciale che dovrà "sudare" a fiamma bassa in padella (meglio se di ferro) in modo che la parte grassa possa sciogliersi lentamente. Sono particolarmente affezionata a questa ricetta romana, non solo perché i bucatini all’amatriciana sono un primo strepitosamente buono, ma soprattutto perché mi riportano indietro nel tempo, alla mia vita romana! Se vi piacciono i primi piatti della tradizione culinaria romana potete anche provare le ricette degli spaghetti alla carbonara, degli spaghetti cacio e pepe o della pasta alla gricia. Quest’ultima, secondo alcuni, sarebbe l’antenata della pasta all’amatriciana (amatriciana in bianco). A presto!!!!

Ricetta Bucatini all'amatriciana

Ingredienti per 2 persone
  • 200 gr. di bucatini
  • 110 gr. di guanciale
  • 1 scatola di pomodori pelati
  • abbondante  pecorino grattugiato
Portata: Primi piatti  
Difficoltà: Facile 
Tempo di preparazione:
Tempo di cottura:  
Tempo totale:

Come fare i Bucatini all'amatriciana

Procedimento: come fare i Bucatini all'amatriciana
Mettete a bollire l'acqua per la pasta. Tagliate a listarelle non troppo sottili il guanciale.


Riscaldate una padella (meglio ancora se di ferro) e fatevi "sudare" a fiamma bassa il guanciale in modo che la parte grassa possa sciogliersi lentamente.


Quando il grasso si sarà sciolto alzate un po' la fiamma in modo da rendere croccantino il guanciale (basteranno un paio di minuti).


Togliete il guanciale dal tegame e fatelo asciugare su della carta assorbente.


Strizzate i pelati ed eliminate la parte interna più dura. Poi tuffateli nel tegame con il grasso del guanciale e salate leggermente.


Fate cuocere per circa 15 minuti. Inserite il guanciale e fate cuocere per altri 5 minuti.


Scolate i bucatini direttamente nel tegame con il sugo all'amatriciana e rigiraleteli per bene.


Spegnete la fiamma ed unite la metà del pecorino. Rigirate e aggiungete, se occorre, un po' di acqua di cottura della pasta.


Impiattate i bucatini all'amatriciana e completate con il resto del pecorino. Volendo potete aggiungere, a seconda dei gusti e delle usanze, del peperoncino (fresco in cottura con il sugo) o del pepe tritato.

Bucatini all'amatriciana

I vostri commenti su " Bucatini all'amatriciana " (41 Commenti)

Questo spazio è per voi! Se volete esprimere un'opinione sulla ricetta o ricevere un consiglio su come realizzarla lasciate un commento. Sarò felice di rispondervi!

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.

  1. Piatto buonissimo che soddisfa al 100%!!!
    Ti auguro un felice we!!!!

    RispondiElimina
  2. Ciao Giuliana! è uno dei miei primi preferiti! sei bravissima! ti "pinno" la foto:P Un bacione!

    RispondiElimina
  3. Un piatto romano ma conosciuto in tutta Italia. Da romana posso dirti che è perfetto. Brava!

    RispondiElimina
  4. Noi l'amiamo in particolar modo.. la cucina Ric.. che è specializzato per la nostra cucina ignorante romana!!! Ed indovina? hai azzeccato il primo piatto che Ric cucinerà domani sera per i miei amici a cena :-) La tua ha un aspetto proprio invitante! smack e buon w.e.

    RispondiElimina
  5. Ci saluti per il fine settimana con un piatto davvero ottimo !!!! Anche a me piace molto,)
    Baci

    RispondiElimina
  6. ahhhhhhhhhhhhh non mi mostrare questa delizia mentre sono all'estero!!!!

    RispondiElimina
  7. ricetta da 10 e lode...adoro i bucatini
    baci
    anna

    RispondiElimina
  8. Adoro massas, que maravilha de sugestão!

    RispondiElimina
  9. Che buoniiii, e se li vedesse il mio lui! Sono troppo saporosi! Baci baci

    RispondiElimina
  10. Giuliana!
    Io sono romana, ed un'amatriciana fatta ad arte batte qualsiasi altro piatto!!
    La tua è bellissima e sicuramente buonissima!!
    Buon pomeriggio!

    RispondiElimina
  11. Questo è uno dei miei piatti preferiti in assoluto!!E' una visione davvero paradisiaca per me e poi è cosi gustoso questo piatto!!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  12. La tua versione è quella originale, senza cipolla nè aglio nè vino, i veri intenditori la apprezzano parecchio brava!

    RispondiElimina
  13. Mi piace quando dici che bisogna far "sudare" il guanciale; infatti non bisogna aggiungere olio, ma sfruttare il grasso che tirerà fuori al calore (sperando che il guanciale non sia troppo magro!). Buonissimi! Se non ricordo male la matriciana è stata il mio primo post di questo blog (senza foto, né altro, salvo un po' di emozione per il fatto che stavo pubblicando qualcosa su internet). Ciao!

    RispondiElimina
  14. Un classico che mangerei sempre volentieri!

    RispondiElimina
  15. Un piatto che si gusta sempre moooolto volentieri!!!
    Un bacio

    RispondiElimina
  16. Hai ragione
    Un piatto con pochi ingredienti ma non semplice!!!!
    Richiede cura....
    Una cura dei particolari che non può mancare... come il guanciale!!!!!!!!!!!!!!!Un buon modo per salutare la settimana cara Giuliana
    Un grande abbraccio

    RispondiElimina
  17. Una squisitezza li faccio ogni volta che mi e' possibile.Baci e buon w.e.

    RispondiElimina
  18. Perché fai asciugare il guanciale dopo che ha soffritto? E' un'operazione che toglie a tutto il piatto 7 o 8 grammi di grasso: ma si tratta dello stesso grasso di cui si compone il sugo: è proprio questo che si vuole? diminuirlo di 7 o 8 grammi? e necessariamente in quel modo? Ti prego di scusarmi, ma io mi chiedo sempre il perché delle operazioni che si compiono, in cucina come altrove.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao?
      L'asciugatura del guanciale è utilizzata per lasciare il guanciale più croccante e non per eliminare il grasso, che pure sarebbe in eccesso. Ho avuto modo di vedere utilizzata questa tecnica da Simone Rugiati e mi è sembrata carina!

      Elimina
    2. Sì, ciao.
      Grazie per la spiegazione. La sottoporrò a verifica e ti farò sapere.
      Buon fine settimana.

      Elimina
  19. Giuliana...che spettacolo!!! I bucatini in quella padella mi fan venire una voliga matta! Buonissimo w.e :) e un caro abbraccio grande

    RispondiElimina
  20. Me encanta este plato se ve muy delicioso y muy lindo me gustaría probar esa salsa está muy tentadora, abrazos y abrazos.

    RispondiElimina
  21. Giuliana che aspetto meraviglioso con quel bel sughettino. e' normale desiderare la pasta all'amatriciana alle 9 del mattino?????
    baci baci

    RispondiElimina
  22. Giuliana ottima questa amatriciana ..la adoro!!!a presto ^^

    RispondiElimina
  23. Buonissimi i bucatini all'amatriciana. Ricordo che tanti anni fa ne ho mangiato un piatto gustosissimo in un ristorantino a Roma. Da allora di così buoni non sono riuscita nemmeno più a farne. Mi cimenterò seguendo la tua ricetta perché dall'aspetto è gustosissima :D

    RispondiElimina
  24. mmmm...che voglia di bucatini!!! Sono il nostro piatto preferito e il tuo è cucinato divinamente secondo la ricetta romana. Complimenti!!

    RispondiElimina
  25. E' un must ed e' sempre buona!

    RispondiElimina
  26. Ottimo piatto è uno di quelli che faccio spesso per tutta la famiglia..per fortuna piace anche ai bambini.
    Io lo faccio addirittura in un'altra versione, aggiungo ai tuoi ingredienti mezza cipolla..ancora piu saporita e profumata.
    Buon fine settimana.
    Incoronata

    RispondiElimina
  27. che bel piattino di pasta........ho l'acquolina....nonostante sia ora di andare a dormire....

    RispondiElimina
  28. Giulyyyyyyyyyyyyy, qui colpisci nel segno !!!! E' eccezionale questo piatto e la sua realizzazione dalle tue mani!!!...come sempre BRAVISSIMA!!!!!buona Domenica!

    RispondiElimina
  29. da romana per me questi sono irresistibili, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  30. sembra una ricetta banale e facile da realizzare, invece non é prorpio così, ho avuto l'occasione di mangiarla in casa delle persone e non riuscivo a finire il piatto... mi sembrava brutto di evitare... E parliamo di gente con esperienze in cucina per tanti anni... Mi piace i passaggi della ricetta in foto, hai utilizzato il guanciale alla pancetta che é molto più saporito, ottima!

    RispondiElimina
  31. Sono giorni che penso ai bucatini all'amatriciana e i tuoi mi hanno fatto venire l'acquolina, brava! :-)

    RispondiElimina
  32. da romana che devo dire... li adoro e i tuoi mi sembrano perfetti!
    bacioni
    Alice

    RispondiElimina
  33. eh si, quesllo è l primo segreto... la qualità ndegli ingredienti.
    quella fa la differenza.
    mi piace l'amatriciana, fatta bene è una favola!
    ciao giuliana, buona settimana

    RispondiElimina
  34. deliziosi li adoro e anche i miei figli ne vanno matti buon lunedì

    RispondiElimina
  35. Eccomi qui a ringraziati per esserti unita ai miei followers e complimentarmi per questo classico romano che in famiglia mangiamo volentieri.
    Buona giornata! A presto.

    RispondiElimina
  36. E STASERA AMATRICIANA PER TUTTI :) BUONISSIMAAAA

    RispondiElimina