31
COMMENTI

Gnocchi alle ortiche

martedì 6 marzo 2012
Gnocchi alle ortiche

Non so quanti di voi abbiano le piantine di aromi sul balcone, ebbene, io le avevo quasi tutte! Purtroppo però, un pò il freddo e un pò la mia poca dimestichezza con il mondo vegetale, hanno fatto si che pian pianino seccassero tutte inesorabilmente.
La delusione è stata grande ma oggi mi sono presa la mia piccola rivincita! Ho tirato via tutta l'ortica che era venuta fuori al loro posto e ho preparato un piatto a dir poco sublime. Consiglio a tutti coloro che per un motivo o per un altro si trovino dell'ortica a portata di mano (mi raccomando raccoglietela sempre con i guanti perché è davvero molto urticante) di preparare questi gnocchi, vi assicuro che non ve ne pentirete!

Ricetta Gnocchi alle ortiche

Ingredienti per 2 persone
  • 200 gr. di ricotta
  • 100 gr. di ortiche
  • 125 gr. di farina 00
  • 50 gr. di parmigiano
  • 1 uovo
  • q.b. di sale
  • 30 gr. di burro
  • q.b. di salvia
Portata: Primi piatti
Difficoltà: Facile
Tempo di preparazione:
Tempo di cottura:
Tempo totale:

Come fare gli Gnocchi alle ortiche

Procedimento
Lavate bene le ortiche (sempre con i guanti) e sbollentatele per qualche minuto in acqua salata.


 Fatela raffreddare (magari in una ciotola di acqua freddissima) e tritatela al coltello (potete farlo senza guanti perchè a questo punto non vi creerà più alcun problema).


 Amalgamate l'ortica alla ricotta.


 Unite 100 gr. farina...


35 gr di parmigiano grattugiato...


e l'uovo.


 Mescolate bene il tutto e salate.


Formate delle quenelle della grandezza che preferite aiutandovi con due cucchiai o due cucchiaini.


 Passate gli gnocchi nella farina rimasta.



Fate sciogliere dolcemente il burro con qualche foglia di salvia.


Lessate gli gnocchi in acqua salata facendo attenzione a cuocerne pochi alla volta. A seconda della grandezza scolateli 1 o 2 muniti dopo che sono venuti a galla (io 2).


Impiattate gli gnocchi alle ortiche e condite con il burro fuso e il restante parmigiano.

Gnocchi alle ortiche

I vostri commenti su " Gnocchi alle ortiche " (31 Commenti)

Questo spazio è per voi! Se volete esprimere un'opinione sulla ricetta o ricevere un consiglio su come realizzarla lasciate un commento. Sarò felice di rispondervi!

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.

  1. che spettacolo, da me le ortiche non si trovano!
    Sai che anche io avevo delle piantine di erbe meravigliose...hanno preso una malattia, si sono ricoperte di una patina biancastra e sono morte, sigh!

    RispondiElimina
  2. Oh ragazza ma sei troppo BRAVA!!!!!! Hai preso la situazione e capovolta a tuo favore...Complimenti davvero!!!!!
    I gnocchi con le ortiche devono essere troppo buoni!!!!!
    Una splendida e originale ricetta!!!!
    Un bacio Giuliana!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. Devono essere deliziosi, perchè il sapore dell'ortica è fantastico. Io una volta ho assaggiato la zuppa all'ortica ed era qualcosa di sublime.
    Tra l'altro l'ortica è ricca di minerali ed è anche depurativa, tonificante e ricostituente, quindi: piatto gustoso ma anche sano e benefico per l'organismo.
    Giuliana

    RispondiElimina
  4. Mi incuriosiscono molto... l'ortica purtroppo non cresce nel nostro giardino.. solo quella maledetta edera infestante!! ihhihih.. baci e buona giornata :-)

    RispondiElimina
  5. Ma che delizia, mi invogliano parecchio!!!

    RispondiElimina
  6. Giuliana, mi hai dato una fantastica idea! Le mie piante di erbe aromatiche fortunatamente sono ancora vive (le tengo in giardino) ma l'ortica mi invade altre piante..e non sapevo di poterla "sconfiggere" così.Bravissima, soprattutto per le quenelle!!!

    RispondiElimina
  7. Ma che bel colore che hanno!! L'idea dell'ortica mi turba un pò.... ma bisogna provare tutto!!

    RispondiElimina
  8. Non ho mai assaggiato l'ortica.....da provare!!!

    RispondiElimina
  9. assolutamente fantastici!! io ho assaggiato il risotto e mi era molto piaciuto... qua bisogna armarsi di guanti e andare per campi....
    mi piace sempre di più, il tuo blog...
    un abbraccio

    RispondiElimina
  10. meravigliosi!!! mai mangiate negli gnocchi...!beh, su andiamo per campi..

    RispondiElimina
  11. Sono di una golosità incredibile Giuly!!!!!!!lo sai che le ortiche hanno un sacco di proprioetà!!??fanno davvero bene..certo se poi le mangi in gnocchi cosi squisiti....non posso che approvare e farti i miei complimenti!!!!!Un bacione!!

    RispondiElimina
  12. ho il giardino completamente infestato da ortiche quindi...proverò! una sola domanda, non c'è bisogno di nessun trattamento preliminare per le ortiche? si uttano nell'acqua tal quali?
    grazie
    P.S. le tue ricette sono fantastiche :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa, ho omesso il passaggio del lavaggio (sempre con i guanti)...Grazie mille!!!! Provali, sono squisiti davvero!!!

      Elimina
  13. adoro gli goncchi...questi alle ortiche mi sono nuovi ma devono essere squisitissimi!!! ricetta segnata! ;)

    RispondiElimina
  14. Io con le ortiche faccio anche le polpette!!!
    Che voglia di primavera!!!!! Ma qui piove, piove!!!!
    Sono bellissimi e credo buonissimi!!!!
    Ottima idea!!!!
    Un bacio grande!!!!!

    RispondiElimina
  15. Sono così belli e semplici da fare che nel ringraziarti
    per l'idea, li proverò sicuro presto,non appena avrò
    trovato l'ortica.
    Dell'ortica ho un brutto ricordo: da piccolina mi ci sono seduta sopra. Mai avrei immaginato che un giorno potesse diventare,l'ingrediente che fa la differenza
    in tante ricette.
    Complimenti il tuo blog è ben strutturato, è distensivo
    e interessante. Brava, verrò a visitarti spesso!Antonella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ortica in effetti è tremenda, bisogna maneggiarla con grande accortezza e solo con i guanti perchè è mooolto urticante. Dai, diciamo che con questi gnocchi avrai la tua rivincita!!! Grazie

      Elimina
  16. complimenti li ho mangiati una volta e sono divini!

    RispondiElimina
  17. Anche la mia unica piantina di maggiorana in vaso se l'è vista brutta con il freddo e la neve del mese scorso! E non posso neanche "consolarmi" con l'ortica al suo posto! Già sono squisiti quelli di ricotta, questi gnocchi devono essere divini. Un bacio, buona giornata

    RispondiElimina
  18. Poca dimestichezza con il mondo vegetale? Non dirlo a me! Altro che pollice verde, il mio dev'essere nero perché una piantina non mi dura mai più di una settimana! E se penso che mia madre sul balcone si è fatto praticamente un vivaio, mi sento ancora più imbranata :-) Non so dove andare a procurarmi l'ortica, ma se un giorno dovessi averne un po' a disposizione proverò i tuoi gnocchi ;-)

    RispondiElimina
  19. E' tanto che non mangio le ortiche!! Buoooone! questi gnocconi sono davvero invitanti!

    RispondiElimina
  20. particolari e interesanti..mai provato il sapore delle ortiche

    RispondiElimina
  21. sono qui per le cocottine, giuliana!!
    anch'io ho fatto loro il filo per un bel pò, poi me le ha regalate mia suocera a natale, e ora sto pensando ad allargare la famiglia (quella di coccottine, non quella vera!)
    sono meravigliose!

    RispondiElimina
  22. Devono essere buonissimi questi gnocchi....la mia unica esperienza con le ortiche è stato il risotto, mangiato in ristorante, ed era ottimo!!!
    Bravissima come sempre, baci

    RispondiElimina
  23. non avrei immaginato mangiare le ortiche! ma questi gnocchi sono favolosi! e immagino che sapore!
    abbracci

    RispondiElimina
  24. sembrano deliziosi, appena riuscirò a trovare dell'ortica, visto che non ho il cortile e non ne cresce qui in giro, li farò assolutamente.. Io avevo sentito il risotto alle ortiche ma utilizzarla per fare degli gnocchi mi sembra un'idea geniale, complimenti davvero,

    RispondiElimina
  25. Gentile signora Giuliana, sono un vecchio pensionato che ama la buona cucina ed ho provato gli gnocchi con le ortiche. Buoni e delicati. Mi sono piaciuti. Ho avuto difficoltà a formare le quenelle perché l'impasto è risultato troppo liquido per essere lavorato agevolmente malgrado abbia rispettato al grammo le dosi consigliate.
    La seconda volta ho usato l'impasto per farcire agnolotti aggiungendo un niente di noce moscata. Ho tirato la pasta (con la macchinetta) sottile al punto giusto per non farla scoppiare durante la bollitura. Ho messo nell'acqua di cottura quattro foglie di alloro. Li provi. Le sarò grato se vorrà dirmi qualcosa in merito. luciano.laudadio@gmail.com.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gentile sig. Luciano, l'impasto degli gnocchi in effetti è molto morbido, ecco perchè si possono lavorare solo con due cucchiai. All'inizio ho fatto fatica anch'io ma poi ho preso la mano ;)
      Mi piacerebbe davvero provare gli agnolotti ma purtroppo al momento non ho a disposizione dell'ortica. le prometto che lo farò noin appena tornerà ad infestare le piante del mio balcone! Grazie di tutto!

      Elimina
  26. Bau!! Buonissimi i gnocchi alle ortiche!! Anche la mamma del mio papo li fa e piaccioni tantissimo a tutta la famiglia! Però non mi pare metta la ricotta, devo dirle di provare la tua versione!
    Bau bau leccatine amica mia

    RispondiElimina
  27. paolina teresa elmi4 dicembre 2012 19:05

    Ho scoperto questa ricetta in primavera che è ottima...come dicevo questa primavera mi sono armata di guanti e forbici e ne ho raccolta moltissimo lungo ifossi ma quasi dovunque c'è ne dapertutto !. ,cresce all'ombra in campagna ma anche vicino a casa .La raccolta deve essere fatta in primavera perche è tenera è di un bel verde .Li faccio spesissimo perche ho messo nel frizer molte palline che conservo ancora .E' un piatto super veloce ,ottimo con funghi e panna ma anche con sugo di pomodoro e scalonio

    RispondiElimina
  28. Che esagerazione....40 anni che raccolgo ortica e si e no mi sarò punto un paio di volte.Innanzitutto la cima non è urticante,bisogna raccogliere solamente la parte apicale,per chi ha paura non servono i guanti,ma semplicemente una forbice e far così cadere la parte apicale in un secchio o una ciotola.
    Un trucco..provare per credere....se si afferra l'ortica anche alla base della pianta,si stringe tra pollice e indice si pùò tranquillamente arrivare fino in cima alla pianta senza nessun problema(così facendo i peli urticanti si piegano a ridosso del fusto).Si sente il prurito solamente quando si fa l'opposto,ovvero quando i peli vengono toccati in direzione opposta ovvero verso la base della pianta.
    Se si ha il coraggio di fare questa piccola prova...poi l'ortica non fa più paura.
    Giorgio

    RispondiElimina