Cassata siciliana 37

venerdì 23 marzo 2012

Cassata siciliana
Oggi vi presento un dolce pasquale che rappresenza la massima espressione dell'antica tradizione pasticcera siciliana: la cassata. Lo scorso fine settimana mi sono cimentata nella sua preparazione, aiutata da mio marito. 
E' stata una vera e propria esperienza culinaria che ha messo a dura prova le mie (modeste) capacità. Ciò che in apparenza sembra semplice in realtà non lo è e ogni singolo passaggio ha richiesto tempo ed attenzione. Il risultato però ci ha ripagato di ogni "fatica" e vedere la nostra prima cassata finita vi assicuro che è stato emozionante. Insomma, se avete a disposizione un pò di tempo e il desiderio di creare qualcosa di speciale, mettetevi all'opera magari con l'aiuto di qualcuno che condivida il vostro stesso desiderio!

Giuliana
 
Ricetta Cassata Siciliana
Ingredienti per n° 1 cassata siciliana da circa 3,5 kg.

per il Pan di spagna
  • 10 uova
  • 200 gr. di zucchero
  • 300 gr. di farina 00
per la Pasta reale
  • 200 gr. di pistacchi
  • 70 gr. di mandorle
  • 250 gr. di zucchero
  • 70 gr. di acqua
per la Crema di ricotta
  • 1,5 kg. di ricotta di pecora
  • 100 gr. di cioccolato in gocce
  • 1 bacca di vaniglia
  • 300 gr. di zucchero
per la Glassa
  • 500 gr. di zucchero a velo
  • 1/4 di bicchiere di acqua
per la Ghiaccia reale
  • 1 albume
  • 150 gr. di zucchero a velo
per decorare
  • frutta candita (zuccata, pere, ciliege, fichi mandarini, ecc.)
     
Portata: Dolci e dessert
Difficoltà: Elaborata
Tempo di preparazione: 3 ore + tempi di riposo
Tempo di cottura: 40 minuti
Tempo totale: 6 ore


Procedimento

Preparate, possibilmente il giorno prima, il pan di spagna facendo montare nella planetaria o con uno sbattitore elettrico le uova con lo zucchero per circa 30'.


Otterrete un composto chiaro e molto spumoso.


Una volta pronto il composto di uova e zucchero trasferitelo in una coppa capiente e cominciate ad incorporare la farina setacciata. Dovete incorporarne pochissima alla volta, molto lentamente e con movimenti circolari dall'alto verso il basso. Dovete cercare di incorporare più aria possibile.


Disponete il composto in una pirofila precedentemente imburrata.


Infornate a 170° per circa 25/30 minuti. Quando il pan di spagna sarà pronto aprite poco il forno e lasciatelo semiaperto fino a quando il dolce non si sarà quasi completamente raffreddato affinchè non si sgonfi.



Procedete quindi alla preparazione della pasta reale. Tritate molto finemente i pistacchi.




Tritate allo stesso modo le mandorle.



Sciogliete lo zucchero nell'acqua a fiamma bassa. Mescolate continuamente. Quando, dopo circa dieci minuti, prendendo una goccia tra il pollice e l'indice si formerà un un piccolo filo spegnete la fiamma, unite la farina di pistacchi e di mandorle e mescolate bene.




Versate l'impasto su di un piano (possibilmente di marmo) precedentemente inumidito e lasciate raffreddare.


Una volta raffreddata lavorate la pasta reale fino ad ottenere un impasto morbido e liscio.



Fate scocciolare la ricotta in un colino. Quando avrà eliminato il siero in eccesso setacciatela.


Unite quindi i semi della bacca di vaniglia e lo zucchero.



Amalgamate e lasciate riposare per circa un'ora. Setacciate quindi la ricotta per un paio di volte fino ad ottenere una crema liscia e soffice. Unite quindi il cioccolato in gocce. Amalgamate e riponete in frigo dopo aver coperto la ciotola con una pellicola trasparente.

 
Una volta pronti gli ingredienti principali iniziate la preparazione della cassata siciliana. 

Dividete il pan di spagna in strati di circa 7-8 millimetri.


Posizionate la teglia sul primo strato e ricavate un cerchio che posizionerete successivamente sul fondo della stessa teglia.


Dividete un secondo strato in strisce un po più alte del bordo della teglia.



Spianate la pasta reale, utilizzado dello zucchero a velo, fino ad ottenere una sfoglia dello spessore di 7 - 8 millimetri, larga quanto le strisce di pan di spagna.


Tagliate le strisce ottenendo dei trapezi di ugual misura.


Per la cassata siciliana si utilizza una tortiera particolare con i bordi svasati e il fondo rialzato. Io non avendone una a disposizione ho utilizzato una normale tortiera in alluminio del diametro di 25 cm. Spolverate la teglia con lo zucchero a velo e foderate il bordo alternado i trapezi di pan di spagna a quelli di pasta reale, una consuetudine quest'ultima legata al fatto che non tutti gradiscono il dolciastro della pasta reale.



Riponete il cerchio di pan di spagna, ottenuto precedentemente, sul fondo della teglia e pressate delicatamente.



Tagliate le parti in eccesso di pan di spagna e pasta reale che fuoriescono dai bordi della tortiera.



Se lo gradite potete bagnare il pan di spagna con uno sciroppo ottenuto mescolando 1/2 bicchiere di rum, acqua q.b. e zucchero q.b. o a base di acqua zuccherata e succo d'arancia.
Versate quindi la ricotta e livellatela aiutandovi con una spatola.



Sbriciolate sulla ricotta un po di pan di spagna avanzato.



Coprite con una pellicola e lasciate riposare in frigo per circa due ore. Terminato il tempo di riposo riponenete sulla teglia una guantiera, capovolgete e togliete la teglia.



Preparate quindi la glassa. Versate meno di mezzo bicchiere d'acqua e lo zucchero a velo in una casseruola a fuoco basso.


Quando inizierà a bollire spegnete, versate nel vasetto di un mixer a immersione e frullate per poco tempo.



Lasciate intiepidire e spalmatela sulla cassata con una spatola (se si dovesse indurire potete scioglierla a bagnomaria).


Guarnite la cassata siciliana con la frutta candita. Preparate la ghiaccia reale sbattendo a neve un albume e aggiungendo lo zucchero a velo, poco alla volta, fino ad ottenere una crema dalla consistenza densa. Riponete la ghiaccia reale in una sac a poche (preferibilmente di plastica usa e getta) e rifinite la decorazione della cassata.


E finalmente dopo ore di lavoro ecco a voi la mia cassata siciliana!!!!

Cassata siciliana

I vostri commenti su "Cassata siciliana" (37 Commenti)

Questo spazio è per voi! Se volete esprimere un'opinione sulla ricetta o ricevere un consiglio su come realizzarla lasciate un commento. Sarò felice di rispondervi!

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.

  1. ma è bellissima...e a me piace tanto!!!! brava!!

    RispondiElimina
  2. Dire che è magnifica è riduttivo! Hai fatto un capolavoro, complimenti :) Baci, buon we

    RispondiElimina
  3. Sei una vera artista...complimentissimi davvero. è fantastica.

    RispondiElimina
  4. COMPLIMENTIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII
    Straordinario CAPOLAVORO!!!!!!!!!!!!!!!
    SEI STATA BRAVISSIMAAAAAAAAAAAAA
    e la tua passione emerge tutta in questa meraviglia!!!!!!!!
    Un bacio e ancora COMPLIMENTIIIIIIIIIIIII

    RispondiElimina
  5. Mamma che lavorooooooo!!!!!
    Ma tu sei una fatina!!!!!! Hai le mani d'oro!!!
    ECCEZIONALE!!!!!!! Senza parole!!!
    Felice fine settimana e tanti baci!!!!!

    RispondiElimina
  6. Bravissima! Noto con vero piacere che hai un debole per la cucina siciliana e da catanese doc ti dico che ti stai cimentando in ricette davvero difficili con notevole successo!!!! Ho seguito tutti i passaggi e solo chi ha tanta passione per la cucina potrebbe ottenere un così grande risultato! Ancora brava! Bacioni.

    RispondiElimina
  7. MA....MA.....MA...GIULYYYYYYYYYYYYYYYYY!!!!Caspiterina!!!!!Non ci credoooooo, è fantastica!!!!anche le decorazioni sono molto più belle che quelle di pasticceria!!!!ti sei superata!!!!!!!!Bravissima, sono senza parole (anzi, bravo anche tuo marito, dai...;-))Ci hai messo tanta pazienza (e ce ne vuole!) e si vede, il risultato è strabiliante. Un grande abbraccio!!!!

    RispondiElimina
  8. No, no, a me non sembra semplice neanche in apparenza!!! Ti faccio un super super applauso! Questo è uno dei dolci preferiti di mio marito ma io non ho mai avuto il coraggio non solo di farla, ma neanche di pensarci! Cat

    RispondiElimina
  9. ma Giuliana è uno SPET-TA-CO-LO!!! mamma mia che lavoro...però una soddisfazione incredibile! altro che pasticceria! molto più bella di queslle comprate e immagino che delizia! il tuo passo-passo davvero perfetto!
    bravissimaaaaaaaa!
    bacioni

    RispondiElimina
  10. Non amo la cassata.. è troppo docle epr i miei gusti! Ma la tua Giulià.. è un capolavoro!!! Complimenti.. baci e buon w.e. .-)

    RispondiElimina
  11. Ma è perfetta!!!!! Bellissima!! Sei stata davvero brava

    RispondiElimina
  12. Spettacolare e ho detto tutto!! Un lavoro davvero di precisione e di pazienza che avete eseguito alla perfezione...E non oso immaginare il sapore di questa meraviglia!! Bravissimi!!! Un bacio e buon fine settimana...

    RispondiElimina
  13. Modeste capacità? Giuliana, tu sei bravissima! Questa cassata ne è una conferma. E' bellissima, ne ho viste alcune preparate in pasticceria che impallidirebbero vedendo la tua.
    Poi, non è un dolce semplicissimo. Molti anni fa, la preparavo sempre durante le vacanze natalizie, impiegando tanto tempo e la pasta reale la compravo già pronta...
    Detto ciò, una fetta per me?
    Un bacione e buon fine settimana

    RispondiElimina
  14. Che meraviglia, sei stata bravissima, complimenti anche all'aiutante!!! Una preparazione sontuosa e raffinata!!!
    Baci e buon we

    RispondiElimina
  15. non ci sono parole per descrivere il mio stupore...sono rimasta ferma ferma a guarare fino all'ultima foto...questo spettacolo di dolce

    RispondiElimina
  16. E' bellissima la tua cassata, bravissima tu ...ma anche tuo aiutante!Ciao, buon weekend!

    RispondiElimina
  17. Scusa ma non sapevo che hai messo approvazione dei commenti ... o lo fa il Blogger solo a me?!:)...ancora ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Emily, ho dovuto metterla perchè c'erano stati commenti molto offensivi. Non critiche costruttive che non eliminerei mai ma offese stupide e gratuite!

      Elimina
  18. ma, giuliana, non l'avrete mica tagliata e mangiata, cotanta bellezza, vero???
    dimmi di no....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, tagliata e mangiata tutta!!! ma l'abbiamo divisa con gli amici!

      Elimina
  19. Mamma mia che lavoro! 10 e lode! E' bellissima! Che peccato tagliarla però :D

    RispondiElimina
  20. Complimenti è un'opera d'arte, capisco perchè è sparita subito. Un abbraccio, buona domenica Daniela.

    RispondiElimina
  21. sei stata davvero bravissima! è un'opera d'arte!

    RispondiElimina
  22. Bravissima davvero e grazie per aver fotografato alla perfezione tutti i passaggi, rendersi conto dell'impegno che una persona mette in una ricetta ne fa apprezzare ancora di più la creazione!!!
    Maddalena e Manuela
    Chiacchiere ai fornelli

    RispondiElimina
  23. La cassata che hai preparato è meravigliosa, anche dal punto di vista estetico!

    RispondiElimina
  24. Sei proprio brava Giulia complimenti!

    RispondiElimina
  25. sei fantastica! Anche se finirà in un lampo! Ma che soddisfazione!!

    RispondiElimina
  26. Ottima presentazione, complimenti! Il pan di spagna però non va bagnato

    RispondiElimina
  27. ottima decorazione ed esecuzione, brava!

    RispondiElimina
  28. Oddio sei stata bravissima! Ti faccio i complimenti davvero, è uguale a quelle che di comprano qui in sicilia! :-) grazie per la ricetta! Prima o poi troverò il coraggio di provare!
    A presto!
    Laura

    RispondiElimina
  29. Giuliana, che meraviglia :) bravissima!!!
    Un bacio!

    RispondiElimina
  30. Bel lavoro, non dimenticare che la ricotta deve essere di altissima qualità.

    RispondiElimina
  31. da Palermo un complimento vivissimo: una cassata veramente ben fatta. e ritengo che sia anche molto buona, vista la cura messa nella preparazione. brava!!!

    RispondiElimina
  32. questa ricetta mi sembra deliziosa. grazie miam miam

    RispondiElimina
  33. Complimenti! La preparerò per l'anniversario di matrimonio dei miei genitori.

    RispondiElimina
  34. ciao Giuliana, mi sono aggiunta ai tuoi follower. Uno di questi giorni cercherò di realizzare anche io la cassata anche se qui a Roma la ricotta di pecora non è per niente buona. Se ti va passa a trovarmi http://incucinaconfrancy.blogspot.it/

    RispondiElimina