37
COMMENTI

Panelle

domenica 12 febbraio 2012
panelle

Non sono mai stata a Palermo ma non so per quale motivo desideravo da tempo preparare le panelle! Sapevo che mi sarebbero piaciute prima ancora di averle assaggiate ed infatti così è stato...amore al primo morso!!
Ovviamente se qualche palermitano doc all'ascolto vorrà farmi qualche appunto o darmi qualche consiglio sarà ben accetto...io le ho preparate così e sono venute davvero buonissime! Pare che per le strade di Palermo le vendano accompagnate dal pane, io credo che in casa siano perfette come aperitivo accompagnate da un ottimo vino.

Ricetta Panelle

Ingredienti per 20 panelle
  • 125 gr. di farina di ceci
  • q.b. di prezzemolo
  • q.b. di sale
  • q.b. di pepe
  • q.b. di olio per friggere
Portata: Antipasti
Difficoltà: Media
Tempo di preparazione:
Tempo di cottura:
Tempo totale:

Come fare le Panelle

Procedimento
Sciogliete la farina di ceci in un tegame con 1,25 dl di acqua.


Mescolate bene affinché non si formino grumi.


A questo punto aggiungete altra acqua, circa 2,5 dl.


Mettete il tegame sul fuoco, salate, pepate e cuocete a fiamma bassissima fino a quando il composto non comincerà a staccarsi dalle pareti.


A cottura ultimata aggiungete il prezzemolo tritato.



Ponete il composto sul tavolo inumidito.


Spianatelo fino a farlo diventare piuttosto sottile.


Fatelo raffreddare e tagliatelo a piacere.


Scaldate in una padella abbondante olio e friggetevi le panelle.


Scolate le panelle quando saranno diventate ben dorate, salatele e pepatele a piacere.

 

Servite le panelle ancora calde.

panelle

I vostri commenti su " Panelle " (37 Commenti)

Questo spazio è per voi! Se volete esprimere un'opinione sulla ricetta o ricevere un consiglio su come realizzarla lasciate un commento. Sarò felice di rispondervi!

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.

  1. Il famoso pane & panelle, che nemmeno io ho mai provato ma tanto desiderato!! :-) Magari con questa tua ricettina mi deciderò a prepararle... Buona domenica e complimenti cara, ti sono venute davvero benissimo!! :-)

    RispondiElimina
  2. Mi vergogno a dirlo ma...pur essendo stata a Palermo, me le son perse!!!!!meno male che ci hai pensato tu a proporle e....devono essere squisiteeeeeeee!!!caspiterina!!devo assolutamente rimediare!!tra l'altro trovo siano perfette anche per il periodo carnevaliesco!!magari tagliate con una formina divertente (giuro, le ho viste a testa di clown!!!!!:-DDDD)Volevo dirti che apprezzo molto i tuoi "passo passo" e la qualità delle tue foto!!mica per niente adoro il tuo blog?:-))))Un bacione e buona domenica!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie tesoro, sei troppo buona con me!!! Felice domenica anche a te!

      Elimina
  3. E brava Giuliana, hai fatto un salto qui in Sicilia!!! Non sono palermitana, ma le panelle le mangiamo anche noi, troooppo buone! Brava nella preparazione, unico consiglio se vuoi rendere ancora più liscia la superficie, metti l'impasto tra due fogli di carta forno, ed appiattisci leggermente con un mattarello. Per il resto è tutto perfetto!!
    P.S. Spero di non averti infastidito con il mio consiglio, io amo molto riceverli per migliorarmi, spero sia lo stesso anche per te. Un bacione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quale infastidito, ero stata io a chedere correzioni e consigli proprio perchè non è una ricetta della mia terra e soprattutto non le avevo mai preparate nè mangiate prima! Baci e buona domenica!

      Elimina
    2. Ciao Giuliana, innanzi tutto complimenti per il tuo blog è la prima volta che lo visito è mi ha fatto piacere vedere un ricetta della mia terra, il procedimento della preparazione va benissimo, però se potrei darti un consiglio per una preparazione più veloce, una volta fatto l'impasto potresti versarlo in un contenitore in plastica rotondo è una volta freddatosi tagliarlo a dischetti, senza l'uso delle formine rotonde,se rimangono si possono pure surgelare e friggerle al momento , un bacio ancora complimenti

      Elimina
  4. Le classiche frittelle di ceci!!! ma sai che dopo la farinata era una cosa che volevo provare da tempo?? non sapevo fossero un piatto tipico palermitano! Cmq ottime.. bellissime a vedersi.. baci e buona domenica :-)

    RispondiElimina
  5. non le ho mai assaggiate, ma sembrano buonissime! da provare! ;)

    RispondiElimina
  6. Sono veramente intriganti!Sono buone anche fredde?Ottima idea per un aperitivo gustoso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fredde sono decisamente meno buone come tutte le cose fritte del resto!!! Baci

      Elimina
  7. mai provate ma sono bellissime!!!

    RispondiElimina
  8. Che meraviglia...e quanti ricordi legati alle panelle per le vie meravigliose di Palermo...Passeggiando spensierata.....per braccio al fidanzato!!!!
    GRAZIE GIULIANA!!!!!
    Una tenera ricetta che amo moltissimo!!!!!
    BUONA DOMENICA
    Un bacio grande!!!!

    RispondiElimina
  9. Ho giusto della farina di ceci arrivata in premio dal Molino Chiavazza, per dire che io non l'avrei comprata perchè non so usarla, e che vorrei consumare in modo diverso dalla fainè, queste panelle sono molto accattivanti. Grazie!

    RispondiElimina
  10. ahhhh che buone le panelle!!! io le ho sempre mangiate quadrate e senza prezzemolo in prov di TP.
    Ma si sa.. provincia che vai, ricetta che trovi :-) un po' come in tutte le regioni.
    Certo che deve dare un tocco di freschezza speciale! da provare. Brava!
    P.s. se ti capita di andare, in Sicilia, provale nel panino..sì non è molto dietetico ma chi se ne importa no?

    RispondiElimina
  11. Eh si...anch'io me le sono perse quando sono stata a Palermo!
    Queste tue sembrano davvero ottime!

    RispondiElimina
  12. Non le ho mai assaggiate ma sono innamorata della farinata e credo che mi piacerebbero davvero un sacco. Sono così sfiziosi questi "dischetti" profumati :) Baci, buona settimana

    RispondiElimina
  13. Molto interessante questa ricetta...é da tanto che vorrei assaggiare queste panelle ed ora che le ho viste da te mi hai incuriosita ancora di più!! Devono essere deliziose e quindi le proverò sicuramente!! Il fritto poi è sempre una golosità alla quale non riesco a rinunciare!! Un bacione cara e buona settimana!!

    RispondiElimina
  14. Ciao!!! In famiglia adoriamo la farina di ceci, con la quale però preparo principalmente la farinata. Le panelle, non le ho mai assaggiate, però mi stuzzicano!! Poi il tuo passo passo con finale "stuzzicoso" invoglia a provarle!!!!
    Un bacione grandissimo!!!!!!!

    RispondiElimina
  15. Hai ragione, sono deliziose!!! :)

    RispondiElimina
  16. Non conoscevo questo piatto... molto molto invitante!

    RispondiElimina
  17. Ti capisco, anche a me, pur senza mai averle assaggiate, mi attirano moltissimo.
    Le tue hanno un aspetto davvero goloso!
    Un bacione e buona settimana

    RispondiElimina
  18. le tue ricette sono sempre super. grazie! Laura

    RispondiElimina
  19. Che bontà devono essere non le ho mai assaggiate!! Vorrei troppo che la mia mami me le facesse così le proviamo anche noi!
    Grazie per la ricetta!
    Bau bau

    RispondiElimina
  20. le ho mangiate secoli fa, ma mi ricordo benissimo che erano squisite!

    RispondiElimina
  21. mai assaggiate ma con cosa accompagnarle?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao lory24, queste panelle in sicilia le vendono in mezzo al panino con mayonese e ketchup, io le uso come antipasto insieme ad altri fritti vanno a ruba ciao

      Elimina
    2. Falso sono di Palermo e mai nessuno le ha mai servite con mayonese e ketchup, vieni a Palermo e lascia stare le leggende metropolitane

      Elimina
  22. Sono buonissime....ogni volta che vado in sicilia le mangio sempre ... anche mio fiflio le a scoperte e ora ne va pazzo ..grazie per la ricetta proverò a farle ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io le ho amate sin dal primo morso, fammi sapere! :)

      Elimina
  23. Se posso rifilarti un trucchetto (che peraltro viene da mia suocera palermitana), ti conviene mettere l'impasto dentro una latta di olio in modo da poterla tagliare a dischi in maniera più agevole e non avere "sfridi".
    In secondo luogo, le panelle devono essere tagliate più sottili, messe a volontà denro una mafalda calda e croccante e poi.....mmmhhhh buon appetito!
    Brava, mi piacciono le tue ricette

    RispondiElimina
  24. guarda un po', anch'io pensavo allo stesso consiglio di Valeria: la scatola di latta (o comunque un contenitore che funga da stampo) e poi tagliarle a fette. secondo me, ma posso ingannarmi dalle foto, le hai tagliate un po' troppo spesse. la tecnica originale delle panelle, comunque, prevdede che l'impasto ancora caldo venga spalmato su singoli piattini da caffè inumiditi o sugli appositi stampo decorati a rilievo: difficilissimo!se trovo un video ti poso il link. complimenti da una palermitana doc

    RispondiElimina
  25. la mafalda ottima scelta; personalmente amo mettere una spruzzatina di limone sulle panelle.

    RispondiElimina
  26. http://www.youtube.com/watch?v=SDrcMa-V53I
    grosso modo la tecnica è questa, ma con i piattini piccoli: un piattino, una panella (al massimo due, tagliate a metà)

    RispondiElimina
  27. Se posso dare dei consigli,la proporzione di acqua è un pò meno di un litro e mezzo per ogni kg di farina di ceci.oltre al prezzemolo si possono aggiungere cipollotto tritato,e qualche seme di finocchio.si versa tutto nella pentola e l'impasto e pronto con quando fa in superficie degli sbuffi delle bolle che si aprono.e si stacca dalle pareti.per stenderlo all'antica si usa un cucchiaio di legno e si fa una strato sui piatti piani o i piattini rotondi.si fanno asciugare.e poi si prende in mano un piatto alla volta,si scolla dal bordo con i polpastrelli delle dita un po di impasto e si soffia in quella fessura per far staccare completamente la panella.poi si tagliano in 4 o in 6 pezzi e si friggono in abbondante olio caldo.si mangiano calde in mezzo al panino con sale pepe e una spruzzata di limone.

    RispondiElimina