Torta pasticciotto 37

domenica 18 dicembre 2011

La torta pasticciotto è un grande classico della pasticceria leccese e rappresenta la versione "grande" degli ancora più classici pasticciotti. A me è sempre piaciuta più di questi ultimi perché più ricca di crema e, a mio avviso, più golosa, anche grazie alla presenza al suo interno delle amarene sciroppate. Non mi ero mai cimentata nella preparazione della torta pasticciotto perché la ritenevo troppo complessa (in effetti non è semplicissima) e soprattutto non avevo mai trovato una ricetta che mi soddisfacesse davvero.
Il momento più delicato è quello della cottura perché si corre il rischio di ritenerla pronta quando in realtà non è così. Io l'ho preparata due volte a distanza di pochi giorni e la cottura perfetta l'ho raggiunta solo con la seconda, quindi state attenti! Per il resto questa ricetta è davvero buona e la soddisfazione di essere riusciti a preparare in casa la torta pasticciotto sarà enorme!

Giuliana

Ricetta Torta pasticciotto 
Ingredienti per una torta 
da 24 cm di diametro

Per la crema
  • 1 litro di latte
  • 300 gr di zucchero
  • 100 gr di farina
  • 8 tuorli d'uovo
  • buccia grattugiata di mezza arancia e di mezzo limone
Per la pasta frolla
  • 500 gr di farina
  • 200 gr di strutto
  • 200 gr di zucchero
  • 2 uova medie
  • buccia grattugiata di mezza arancia e di mezzo limone
  • 3 gr di ammoniaca
 Per completare
  • una quindicina di amarene sciroppate
    Portata: Dolci e dessert   
    Difficoltà: Elaborata  
    Tempo di preparazione: 1 ora e 10 minuti  
    Tempo di cottura: 50 minuti   
    Tempo totale: 2 ore


    Procedimento


    Per la crema pasticcera

    Fate sobbollire il latte in una pentola con la buccia d’arancia e di limone, poi toglietelo dal fuoco e lasciatelo in infusione.



    In un contenitore a parte lavorate i tuorli con lo zucchero utilizzando una frusta, fino a ottenere una crema spumosa e biancastra. 






    Unite al composto la farina setacciata e amalgamatela con la frusta.



    Versate un terzo del latte tiepido, continuando a lavorare con la frusta. 


     Versate quindi,  gradualmente e mescolando con una frusta, il composto nella pentola contenente il latte (dopo aver asportato la buccia d’arancia e di limone). 


    Fate sobbollire il tutto a fuoco dolce per alcuni minuti, mescolando continuamente con la frusta (al fine di evitare il formarsi di grumi), finché il composto non si sarà moderatamente addensato. 


    Dovrete ottenere una crema piuttosto densa perché altrimenti correrete il rischio che la torta scoppi durante la cottura..


    Per la pasta frolla

    Disponete la farina a fontana. Ponete al centro lo strutto e lavorate fino a far amalgamare bene l’impasto.




    Aggiungete lo zucchero, i tuorli d’uovo, la buccia grattugiata d’arancia e di limone, l’ammoniaca. 


    Continuate ad impastare fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. 


    Fate riposare l’impasto in frigo, avvolto nella pellicola, per 30 minuti.


    Per completare la preparazione:

    Utilizzate una tortiera di alluminio da 24 cm di diametro. Spalmatevi all’interno dello strutto .... 


    e spolverate con la farina eliminandone l'eccesso.


    Dividete l’impasto in due parti, di cui una più grande dell’altra. Con la quantità di impasto maggiore fate una palla e ponetela tra due fogli di carta da forno.




    Stendete con il mattarello fino ad ottenere una sfoglia spessa 5-6 millimetri.



    Coprite il fondo e le pareti della tortiera con la sfoglia di frolla ottenuta.


    Ponete la crema pasticcera al centro.
      

    Guarnite con delle amarene sciroppate (ve ne occorreranno una quindicina).


    Con la seconda parte dell’impasto, utilizzando lo stesso procedimento, ottenete una seconda sfoglia con cui ricoprire la tortiera.


    Con i pollici fate aderire i due strati. 


    Eliminate la pasta in eccesso.



    Spennellate quindi col bianco d'uovo leggermente battuto.



    Mettete la torta pasticciotto in forno già caldo a 170° e fate cuocere per 15 minuti,...


    aumentate quindi la temperatura fino a 200° e fate cuocere  fino a quando la superficie della torta pasticciotto non sarà diventata di colore giallo scuro con macchie di bruciatura (in tutto almeno 50/55 miniti).



    Ed ecco a voi una bella fetta di torta pasticciotto!

     

    I vostri commenti su "Torta pasticciotto" (37 Commenti)

    Questo spazio è per voi! Se volete esprimere un'opinione sulla ricetta o ricevere un consiglio su come realizzarla lasciate un commento. Sarò felice di rispondervi!

    Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.

    1. Questa torra è veramente una supertorta, valida alternativa al solito panettone!!
      Baci

      RispondiElimina
    2. Brava spettacolare: sei carina a documentare tutti i passaggi non deve essere facile...mai visto un dolce del genere!veramente invitante.

      RispondiElimina
    3. @Mammazan Grazie, la cosa bella è che questa, a differenza del panettone, da noi si trova tutto l'anno...diciamo che è una sorta di torta della domenica!

      RispondiElimina
    4. @ilgamberorusso Sei molto gentile, la torta è davvero buona ma credo che si faccia solo qui a Lecce e provincia. Dai prova a prepararla!

      RispondiElimina
      Risposte
      1. in verità si fa anche qui da noi in costiera amalfitana ed ha anche lo stesso nome

        Elimina
    5. Una vera bontà! Lo voglio fare ..salvo la ricetta..grazie!
      ciao ... a presto!

      RispondiElimina
    6. Davvero molto chiare le tue spiegazioni. Io ho normalmente difficoltà a capire l'esatto momento in cui togliere una normale torta dal forno (per il rischio di ritrovarmi con un fondo ancora un po' crudo), figuriamoci con questa ;) Cat

      RispondiElimina
    7. @Afrodita Esatto, il rischio è proprio quello di ritrovarsi con bordo e fondo poco cotti perchè la suprficie ci sembra scura. Tieni presente i tempi che ho dato e il fatto che la superficie deve essere parecchio scura.

      RispondiElimina
    8. Più o meno come la faccio io. Ottima davvero! Un bacione :-)

      RispondiElimina
    9. mamma mia che torta golosa!! La devo assolutamente provare!! grazieee

      RispondiElimina
    10. ciaooooo grazie per la visita e il commento...delizioso il tuo sito.. moplto molto goloso...e inceramente mi ha fatto molto gola una tua ricetta mi dai il consenso di postarla nel mio blog , (naturalmente specificando la provenienza)aspetto con ansia una tua risposta .. grazie di tutto cuore.. un FELICE E SERENO NATALE ciauuuuuuuu

      RispondiElimina
    11. @micina700Ciao, mi dici quale ricetta? La torta o un'altra? Comunque se specifichi la provenienza non c'è problema, mi farà piacere rivederla su un altro blog! Fammi sapere e...
      Buone feste anche a te!!!!

      RispondiElimina
    12. Per me che adoro i pasticciotti questa torta è il massimo :) complimenti!

      RispondiElimina
    13. mamma mia nn conoscevo questo dolce, ma è uno spettacolo!! complimenti! ciao! ;-)

      RispondiElimina
    14. Proverò sicuramente la tua versione...ottima veramente!Tanti auguri di Buon Anno.
      P.s.: da oggi ti seguo, interessante davvero il tuo blog.

      RispondiElimina
    15. Giuliana questa è una di quelle torte per cui potrei svenire! E' favolosa e la tua descrizione passo passo ne facilita a tutte l'esecuzione! Grazie! Bacio e buon 2012!

      RispondiElimina
    16. Kuki & Franz01 gennaio 2012 12:08

      Zia Giuli il tuo blog è magnifico!!!!!
      Questa ricetta è spettacolare e nn vediamo l'ora di sperimentarne altre sicuramente altrettanto deliziose!!!!!!!!!!!
      ciaoooooooo e BUON ANNO 2012!

      RispondiElimina
    17. ciao giuliana, sono passata anch'io atrovarrti... che bel blog hai!!! e questa torta,che non conoscevo, mi attira moltissimo... con calma farò un giretto a curiosare le altre ricette... non vedo dove mi posso unire... mah... fammi sapere!
      buona giornata!

      RispondiElimina
    18. che ricordi che mi fai affiorare alla mente... Questa estate nel Salento, che io ADORO, ogni mattina mangiavamo i pasticciotti (quelli piccoli) appena sfornati al baretto della spiaggia. Mamma mia, una goduria senza fine

      RispondiElimina
    19. ma si può sostituire lo strutto con il burro?

      RispondiElimina
      Risposte
      1. No, mi spiace, la frolla di questa torta deve la sua consistenza friabile e croccante proprio alla presenza dello strutto! Ciao

        Elimina
    20. l'ho fatta domenica una vera bonta' e tanti complimenti

      RispondiElimina
    21. Un grande classico della cucina leccese, degna della migliore tradizione pasticciera!

      RispondiElimina
    22. Fantastica Giuliana! Sai che ne parlavo proprio ieri della torta pasticciotto? Ed oggi ti ho trovata!
      Ti seguirò sempre, ricette carinissime ed è nello leggere tanta modestia in Rete; ormai il 90% di chi ha un blog se la tira più di Vissani.
      E poi cucinare con il braccialetto di Tiffany al polso è super chic!
      A prestissimo :)

      RispondiElimina
    23. Ciao Giuliana, che meraviglia di torta. Non l'ho mai assaggiata, mi ci devo cimentare assolutamente. Ciao

      RispondiElimina
    24. grazie di quest bellissima ricetta, fattae riuscita! buonissima

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Sono felice che sia ben riuscita, non è affatto semplice, complimenti :)

        Elimina
    25. bellissima la voglio provare

      RispondiElimina
    26. ti consiglio di venire a Galatina, in prov. di lecce, dove è nato il pasticciotto, presso la pasticceria Ascalone, nel centro storico.
      E vedrai che ti piacerà moolto di più della torta pasticciotto , baci!!

      RispondiElimina
    27. ha un aspetto delizioso, da provare!

      RispondiElimina
    28. buonissima complimenti!!! :)

      RispondiElimina
    29. Ciao, come mai secondo te la pasta frolla mi rimane troppo friabile? Durante la lavorazione non riesco a stenderla senza che si rompa...

      RispondiElimina
      Risposte
      1. L'hai stesa tra due fogli di carta forno come ho fatto io? Dopo devi metterla nello stampo sempre aiutandoti con la carta. Non dovresti avere problemi in questo modo...

        Elimina
    30. ciao, torta semplice e buonissima, con tutta quella crema (che ricorda quella della nonna, di quando piccoli la mangiavamo a cucchiaiate senza sosta...così come fa mia figlia, a cui la preparo spesso),racchiusa in un guscio profumato e friabile. Non l'ho mai fatta, per una resistenza verso lo strutto, e verso i pasticciotti, che non amo particolarmente; ma la tua mi ha incuriosito...questa fatta in casa è tutt'altro, non regge il confronto con il pasticciotto della migliore pasticceria di lecce!
      baci

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Grazie, troppo gentile, in effetti trovare la ricetta "perfetta" non è stato facile ma alla fine anche noi ne siamo stati entusiasti! Bacioni

        Elimina