Cartellate pugliesi | Le Ricette de La Cucina Imperfetta
17

Cartellate pugliesi

mercoledì 28 dicembre 2011 | di

Cartellate pugliesi
Lo so, Natale è già passato, ma io non potevo non pubblicare almeno quest'ultima ricetta delle feste: le cartellate che, insieme ai purceddhruzzi e al pesce di pasta di mandorla, sono i dolci che trionfano sulle tavole natalizie dei salentini e dei pugliesi! Si tratta tratta di un dolce arcaico che, secondo alcuni, rievocherebbe le spirali dolci fritte amate dai faraoni egiziani. Ramses III ne sarebbe stato così goloso da farle dipingere addirittura sulle pareti della propria tomba.
Ho sperimentato varie ricette trovate sui libri e sul web che prevedevano differenti quantità di olio e di vino ma nessuna mi aveva davvero soddisfatto, così, appurato che gli ingredienti corretti sono semplicemente olio, vino e farina, sono arrivata da sola alle mie quantità ed il risultato è stato eccezionale (peccato che dalle foto non si possano assaporare).
Lavorare l'impasto è stato semplicissimo e le cartellate sono venute leggere e friabili.
Giuliana
Ricetta Cartellate pugliesi 
Ingredienti per 50 cartellate
  • 1Kg. di farina 00
  • 200 gr. di olio e.v.o.
  • 300 gr. di vino bianco secco
  • q.b. di vincotto per guarnire
Portata: Dolci e dessert
Difficoltà: Media
Tempo totale:
Procedimento
Disponete la farina a fontana sul tavolo. Ponete al centro della fontana l'olio e mescolatelo alla farina.



Unite gradualmente il vino bianco.


Impastate fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo.


Suddividete in pezzi l'impasto e preparate delle sfoglie spesse 2-3 millimetri con la macchina per la pasta o con il matterello.


Con una rotella zigrinata tirate delle strisce larghe circa 4 cm e lunghe circa 20 cm.



Piegate ad U ogni striscia nel senso della lunghezza intervallando parti unite ad aperture larghe circa un dito (come nella foto).



Arrotolate le strisce fino ad ottenere una corolla, attaccando bene la parte finale per evitare che si srotoli in frittura.




Friggete le cartellate in olio molto caldo fino a quando non saranno diventate ben dorate.


Fate raffreddare le cartellate e nel frattempo riscaldate in un pentolino a bagnomaria il vincotto.


Immergete le cartellate nel vincotto e rigiratele per circa un minuto....


quindi impiattate! Potete anche utilizzare, al posto del vincotto, il mile e decore con confettini colorati, anisetti e pinoli così come nella ricetta dei Purceddhruzzi!!!

Cartellate pugliesi

I vostri commenti su "Cartellate pugliesi" (17 Commenti)

Questo spazio è per voi! Se volete esprimere un'opinione sulla ricetta o ricevere un consiglio su come realizzarla lasciate un commento. Sarò felice di rispondervi!

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.

  1. ma che idea geniale fantastica mai vista da provare mi piacerebbe aggiungermi ma no vedo il segui sopra passa da me e mi dici cosa devo fare per favore (non sono praticissima con il computer ) grazie

    RispondiElimina
  2. Stupende e tu sei stata bravissima!!!!
    Bellissimo anche lo smalto
    Un bacio

    RispondiElimina
  3. @renata Grazie cara, in effetti non sono venute niente male!!! P.S. lo smalto è della kiko.

    RispondiElimina
  4. Ti ringrazio per la visita! Le cartellate le ho mangiate una sola volta e mi sono piaciute tantissimo, ti sono venute molto bene! ^_^
    Un bacione

    RispondiElimina
  5. Giuliana, non le ho mai mangiate ma le ho viste molte volte le cartellate e devo proprio dirti che le tue sono bellissime, fatte benissimo e ben modellate!BRAVA!Baci

    RispondiElimina
  6. Che meraviglia!Mi piacciono tanto questi dolci poveri della tradizione e soprattutto li adoro quando prevedono nell'impasto olio e vino!

    RispondiElimina
  7. Ciao Giuliana, mi ha fatto molto piacere la tua visita e che tu possa seguirmi.Vorrei aggiungermi ai tuoi sostenitori ma non so come fare! Vedo che come corregionale abbiamo presentato le buonissime cartellate, anche se in varianti diverse!Vorrei continuare a seguirti! A presto...Molly

    RispondiElimina
  8. Che meraviglia!! Sono delle opere d'arte!! Molto utile il passo passo!!
    Tanti tanti complimenti e Felicissimo Anno Nuovo!!!
    Bacioni!!

    RispondiElimina
  9. Ciao, piacere di conoscerti! Grazie della visita, curioso un pò da te. A presto, un saluto!

    RispondiElimina
  10. Anche noi le abbiamo fatte!! non sono ancora riuscita a pubblicare la ricetta!!!

    RispondiElimina
  11. bravissima sono un italiana questa traduzione li facciamo tutti gli anni, il procedimento e'esatto come l'hai descritto sono veramente buoni.

    RispondiElimina
  12. Noin conoscevo questo dolcetto dev'essere delizios. Complimenti per la spiegazione esaustiva : )Rosalba

    RispondiElimina
  13. finalmente la vera ricetta!!!!ciao anna

    RispondiElimina
  14. Io ho appena fatto l'impasto speriamo bene!! Solo è risultato un pò non duro ma non è del tutto morbido ma non deve esseremorbido vero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'impasto è un po' come quello della pasta, come si vede in foto! Fammi sapere...

      Elimina